La formazione e le competenze dell’RLS Territoriale

L’RLS è una figura indispensabile per la sicurezza sul lavoro e il Testo Unico legge 81/08 ne descrive con precisione i compiti e le peculiarità. La figura dell’RLS Territoriale è per alcuni aspetti differente dall’RLS interno all’azienda, egli, infatti svolge le medesime funzioni del RLS aziendale ma in tutte quelle aziende che sul territorio non hanno ancora eletto il Rappresentante interno.

Il responsabile territoriale viene eletto ed individuato tramite Accordi Collettivi Nazionali di categoria principalmente realizzati da Associazioni di Datori di lavoro e Lavoratori che decidono le modalità di elezione e di accesso ai candidati. Per poter svolgere la funzione di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, il candidato dovrà obbligatoriamente seguire un percorso di formazione volto al trasferimento di tutte le competenze necessarie per svolgere le funzioni a tutela della salute e della salvaguardia della sicurezza nei comparti aziendali.

Il percorso formativo dell’RLST:

L’RLS Territoriale dovrà svolgere un corso formativo particolare essenzialmente concentrato sui rischi specifici dell’attività lavorativa e in materia di salute e sicurezza. Il corso dovrà avere la durata minima di 64 ore iniziali ed è obbligatorio sostenerlo entro i primi 3 mesi dalla data di elezione. Ogni anno l’RLS dovrà inoltre sostenere un corso di Aggiornamento RLS della durata di almeno 8 ore.

Per legge, deve essere sempre garantito l’accesso in azienda all’RLST che, in collaborazione con il datore di lavoro, svilupperò Documento di Valutazione rischi rappresentando i lavoratori a tutti gli effetti ed essendo un ruolo assimilabile ai ruoli sindacali a tutti gli effetti, svolgere il ruolo di RLST preclude la possibilità di svolgere qualsiasi altro ruolo di rappresentanza dei lavoratori.